NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

I understand

Chi sono

La Sora CesiraMi chiamo Sora Cesira, ho superato i quaranta e  sono ancora abbastanza distante dai cinquanta. Ho seguito la scuola dell'obbligo perché sono stata obbligata. Ho anche intrapreso numerose carriere universitarie con risultati che mi piace definire "orripilanti". Di professione faccio la musicista, che equivale a dire che spesso sono disoccupata, ciò nonostante nella mia carriera ho scritto per Tv e pubblicità e ho realizzato colonne sonore di cortometraggi, documentari e lavori teatrali.
Un giorno ho approfittato di questi momenti di "pausa" lavorativa per diventare blogger (che fa tanto chic).
Grazie ad alcuni "cybertormentoni" musicali mi sono ritrovata improvvisamente a essere la Sora Cesira.
La cosa, tanto per essere chiari, mi piace.
Ho solo qualche problema di sdoppiamento della personalità perché, da qualche tempo, anche la mia famiglia ha cominciato a chiamarmi Sora.
Non amo la popolarità e non voglio essere un personaggio, anche perché tremo al pensiero che qualcuno possa fotografarmi le chiappe quando vado al mare o abbia l'occasione di immortalarmi mentre mi scaccolo, cosa che faccio con discreta disinvoltura.
Inoltre sono timida, anche se non si direbbe.
Insomma, tanto per non lesinare sulla chiarezza, non voglio che mi si rompano le palle.
Amo smisuratamente i cani e spero, un giorno, di imbattermi in qualcuno che ne abbandona/maltratta uno, per fare l'esperienza del carcere dopo averlo corcato con la mia pesante mazzella, strumento punitivo e/o educativo (dipende dai punti di vista).
I miei sogni nel cassetto erano quelli di scrivere un libro e vincere l'Oscar. Riconosco che oggi sono disposta ad abbassare le mie pretese. 
Mi fanno paura i film di Dario Argento e quando trasmettono "Profondo rosso" alla tv, ancora oggi, dopo più di trent'anni dall'uscita, levo la sintonia del canale, così non ci capito manco per sbaglio.

Posso aggiungere :

che sono amante del calcio e grande tifosa della mia Lazio,
che vorrei riuscire a camminare come una persona sobria sui tacchi 12,
che non riesco a disintossicarmi dai Kinder,
che sono una persona buona, almeno credo.

Ho collaborato con Sky e Palomar per "Gli sgommati", con Piero Chiambretti per il "Chiambretti sunday show", con Luisella Costamagna per "Robinson".
Ho scritto sul "Misfatto" e ho pubblicato il mio primo libro dal titolo "Nel bene, nel male e nel così così".
Ho anche vinto il "premio della Satira 2011" e il "Macchianera blog award", ma come abbia fatto è tutt'ora un mistero.

Sono la testimonianza vivente del fatto che il talento e la dedizione al lavoro nulla sono senza i tempi giusti e una sana botta di culo.

 

 

Twitter

Photo Gallery

Sample Images Sample Images Sample Images

vai alla gallery



pagina facebook

Il libro

La Sora Cesira - Nel bene, nel male e nel così così

Nel bene, nel male e nel così così


Clicca qui che fai n'opera bbona

 

CIAO BELLEZZE

Beh, se state leggendo anche qui le cose sono due: O avete una vista da cecchino, o siete dei maniaci perfezionisti. In entrambi i casi vi faccio i miei complimenti. Ho infatti scommesso che nessuno si sarebbe mai avventurato in queste righe Fucsiacriptate e che, di conseguenza, avrei potuto anche scriverci cose tipo bemberebembembem o caccaculopisciatette Ecco, l'ho fatto.